Review & Tutorial – Wycon make-up artist Concealers palette (o wjcon contouring palette che dir si voglia)

Ciao ragazze,
Neanche un mese fa mi ero ripromessa di postare con più assiduità, ed eccomi qui dopo quasi 25 giorni di assenza.

Senza speranza.

image

Nel tentativo di farmi perdonare ho pensato di proporvi la recensione di un prodotto low cost mooolto interessante: la palette di correttori Wjcon o Wycon. Per accompagnare la pratica alla teoria ho deciso di abbinare questa review a una sorta di tutorial sul contouring “portabile”… Non così

image

Quindi, dopo aver completato il mio trucco occhi e aver steso una base su tutto il viso, sono partita con lo sculpting.

image

image

La seconda fase è la stesura del correttore chiaro su tutte quelle zone del viso che vengono colpite per prime dalla luce.

image

Con una spugnetta tipo beauty blender procediamo con le sfumature dei due correttori… Blend blend blend.

image

Infine, data la leggerezza delle ombre e per evitare di coprire troppo il lavoro fatto, uniformiamo tutto l’incarnato con un fondotinta minerale (Bare Minerals).

image

Un velo di rossetto e via alla luce del sole senza timore!!(fof by MAC)

image

Voto finale: 7
Onestamente all’inizio ero un po’ titubante verso la palette (ma non questa nello specifico, in generale verso i correttori colati) per via della pelle mista… Potete quindi immaginare la sorpresa quando la mia pelle NON si è sciolta come un gelato al sole, ma ha resistito per alcune ore dignitosamente! …eccezione fatta per il contorno occhi che fin da subito mostrava segni di “creasing”. C’è da dire che il mio contorno occhi è particolarmente rognoso e che a tutt’oggi non sono rimasta soddisfatta al 100% neanche dai miei amori MAC e Urban Decay
image

Spero che questa review vi sia stata utile, e se vi fa piacere seguitemi anche su facebook e instagram 😘

https://facebook.com/ladybarockmakeup

https://instagram.com/ladybarockmakeup

Stay Rock⚡⚡⚡

Review – Makeup Revolution rossetto liquido Salvation Velvet

Ciao ragazze,

Pronta per voi la prima recensione dei miei ultimi acquisti su maquillalia
(chi segue la pagina facebook o instagram avrà già visto il resto 😜).

image

image

Ho deciso di partire dalla cosa più economica ma anche più d’impatto: le tinte labbra di Makeup revolution nei colori Vamp (vinaccia scuro) e Depravity (lavanda).

Il brand è noto per i dupe di palette famose, come ad esempio la Chocolate Bar di Too Faced, a prezzi molto bassi e mantenendo un buon livello di pigmentazione.
Sbirciando il sito la prima cosa che mi ha lasciato con la gocciolina in testa è stata la descrizione del prodotto. Cito testualmente:

… un colore ad alta brillantezza per dare alle labbra un look completo, audace e lucido.

La tinta labbra è completamente opaca😮

Vabe’… A parte questo la tinta ha numerose qualità positive, prima fra tutte l’effetto extra matte, appunto, e non trasferibile. L’alta coprenza permette di avere subito delle labbra piene con una sola applicazione, anzi è sconsigliabile applicare troppo prodotto per evitare che si “spacchi” e venga via a pezzettoni.
Da non sottovalutare anche il prezzo allettante di soli € 3,79.

image

image

Parlando invece del risvolto della medaglia, il comfort di queste tinte non è il massimo. La durata in buone condizioni si aggira intorno alle 4 ore, dopodiché si ha la sensazione si avere della sabbia sulle labbra e il prodotto tende a sgretolarsi.

Volendo fare un paragone con le tinte della collezione Make-up Artist di Wjcon  su una scala da 1 a 10, direi che siamo sul 6 a 8 per quest’ultima… Non ho avuto ancora modo di provare la versione  di Lime Crime, ma per un prezzo di €19,00 circa ho aspettative almeno da 9.

Spero di esservi stata utile, e se vi fa piacere seguitemi anche su facebook e instagram.

Stay Rock⚡

Look of the day – Kylie Jenner

Ciao ragazze,
come accennato su facebook, vorrei proporvi anche io un look che sta riscuotendo un certo successo ultimamente, ovvero il make up di Kylie Jenner 😜

image

Il focus di questo make-up sono sicuramente le labbra, disegnate sul contorno labbra nella parte esterna. Leggermente
Leggermente
Sbordando con moderazione
Non così

image

Il segreto per disegnare le labbra barando un po’ (ma mantenendo sempre una certa dignita’) sta nel tracciare il contorno partendo con la matita dall’esterno verso l’interno. ⬇

image

Il secondo passaggio consiste nel riempire completamente, sempre con la matita, la parte esterna delle labbra e sfumare bene il resto del contorno verso l’interno.

image

Ultimo passaggio, creare un punto luce con illuminante in polvere o matita burro o correttore al centro delle labbra e sull’arco di cupido… Rossetto Et voilà!
image

…in realtà pare che ci sia anche lo zampino di una sorta di succhia labbra chiamato Candy Lipz, ma sono un pochino spaventata dal principio “traumatico” che sfrutta, quindi ci vado di matita e ciao belli!

image

Rossetto: Mher – MAC
Matita: Whirl – MAC

image

E voi cosa ne pensate del contorno “creativo”?? Fatemelo sapere anche sulla pagina facebook http://www.facebook.it/ladybarockmakeup

Stay Rock!

Look of the day – Cyber Lips

image

Ciao ragazze,
lunedì mattina pigro e freddino, se non fosse per il lavoro non mi sarei proprio alzata dal letto. Purtroppo però non posso evitare, quindi super mega extra caffè e look grinta per affrontare la giornata.
Quale rossetto meglio di Cyber di MAC ti può dare quell’aspetto rock nel quale un’aria un po’ scazzata ci sta tutta? Del tipo: “È lunedì, è presto, non si accettano domande fino alle 12,00”??😁😁😁

image

Per le amanti dei rossetti scuri Cyber è un must have: un viola freddo scurissimo con texture satin, quindi leggermente lucido ma piuttosto resistente in quanto tende a tingere le labbra.

image

Per gli occhi ho preferito utilizzare tutti ombretti opachi, sempre MAC, per un trucco correttivo semplice, e il buon vecchio eyeliner liquido di NYC per definire… Gira che ti rigira, 9 volte su 10 il make up non mi sembra completo finché non faccio quella linea!

image

image

Spero che il look vi sia piaciuto, buon inizio settimana a tutte e se vi fa piacere non dimenticare di cliccare mi piace sulla pagina facebook 😘

Stay Rock!!

Look of the Day – Naked Style

Ciao ragazze,

Oggi articolo sul make up del giorno… un giorno… Non necessariamente questo😂😂😂😂. L’ho  posticipato un pochino per dare la precedenza agli ultimi due, che stavano aspettando già da un bel po’ di tempo, e intitolato Naked Style per strizzare l’occhio alla palette  N. 3 di Urban Decay.

image

Questo è il mio trucco standard… Avete presente quei giorni a fantasia zero? Oppure quando andate di corsissima? Ecco, in queste occasioni pennello in mano, cervello in modalità “pilota automatico”, il risultato è quello che vedete.

Prodotti utilizzati:
– Primer potion, Urban Decay
– Naked 3, Urban Decay
– Fluidline Blacktrack, MAC
– 24/7 concealer, Urban Decay
– Matchmaster foundation, MAC
– Set Powder, MAC
– Well Dressed Blush, MAC
– Soft & Gentle, MAC
– Viva Glam II, MAC

image

Stay Rock!!

Review – my MAC lipsticks collection

image

Ciao ragazze,
Alla fine mi sono decisa a pubblicare la mia piccola collezione di rossetti MAC. Non avendo uno store vicino alla mia città, e dovendo quindi andare sempre a Roma, fino ad oggi sono riuscita a evitare la bancarotta 😉 Devo dire comunque che ogni volta che mi prende la fissa di andare da Mac, la cosa si ingigantisce e diventa una sorta di gita in macchina con le amiche (vero Vale?) che dura tutta una giornata, all’insegna del puro shopping!!!
Ma passiamo a dare uno sguardo più da vicino ai rossetti, partendo dalle texure (ufficiali):

image

Lipstick
Matte: diva, russian red, lady danger, candy yum yum, dodgy girl, heroine, smoked purple, pink plaid
Retro matte: flat out fabulous
Satin: rebel, viva glam II
Amplified creme: chatterbox

Pro longwear lipcreme
To the future, unlimited, perpetual flame

Matte: una delle categorie meglio fornite nella mia beauty desk!! I rossetti matte sono la tipologia che amo e uso di piu’ perche’ combinano comfort a una durata eccezionale. Da quando li ho scoperti vivo la mia giornata tranquilla, sicura, senza aver paura di andare in giro con un’orribile sbavatura sul mento. I matte di mac sono i rossetti ideali: estremamente pigmentati, coprenti e in grado di resistere dalle 6* alle 10 ore. Vorrei  pero’ distinguerli ulteriormente in “cremosi” e “duri come la roccia”: della prima sezione fanno parte diva, lady danger, heroine, e dodgy girl… I restanti sono Hard as a Rock ( E qui torna l’asterisco -> * che si riferiva alla durata… Si perché i cremosi, a fronte di una stesura semplicissima e di un comfort impareggiabile, sono anche meno resistenti 😦 😦 e strizzano l’occhio ai satin. Detto questo, ci tengo a precisare che sono comunque più duraturi di moltissimi altri brand. Per ottenere risultati ottimali non dimenticate di esfoliare e idratare le vostre labbra prima dell’applicazione, per evitare l’effetto “bocca da dispersi nel deserto”

Retro matte: questo finish “ultra matte” è similissimo a quello dei “duri come la roccia”. Devo ammettere che questa tipologia di rossetto non è proprio piacevole da indossare tutto il giorno, perché la texture tende a seccare le labbra, ma i colori sono talmente belli che ci si sacrifica volentieri (ahaha). Nella mia attuale collezione c’è soltanto Flat out fabulous, o FOF, un fucsia vibrante con sottotono freddo… Ciclamino!!! I prossimi acquisti saranno All fired up e il classico Ruby woo. Se per l’applicazione corretta dei rossetti matte era consigliabile esfoliare e idratare le labbra, per i retromatte è obbligatorio!

image

image

Satin: texture straordinaria, sicuramente la mia preferita dopo le sopracitate. I rossetti satin sono estremamente morbidi, semi-opachi, con un’ottima pigmentazione e coprenza. Inoltre, come tutti i mac, hanno un gradevole profumo di vaniglia. Con le colorazioni scure, tipo Rebel, è più semplice accorgersi del fatto che questi rossetti “tingono” un pochino e quindi, anche se la durata è inferiore a quella dei matte, sono comunque funzionali e affidabili, non lasciando quell’antiestetico contorno labbra colorato con un bel vuoto cosmico al centro. Anche il Viva Glam II (n.d.r. la viva glam è una linea il cui ricavato viene completamente – fino all’ultimo centesimo- devoluto alla lotta all’hiv/AIDS… Ed ecco perché non è soggetta agli sconti della mac pro card), pur essendo un nude, tinge le labbra, dandovi la tranquillità di potere bere senza problemi. Durata 4-5 ore.

Amplified cream: questa tipologia di rossetto, molto morbida, idratante e con leggero effetto lucido, è sicuramente la meno resistente. Chatterbox è stato il mio primo acquisto, ma devo dire che oggi non lo ricomprerei, anche perché, pur avendolo utilizzato meno degli altri, è già quasi finito :s …piccolo love ❤ per gli amplified.

image

image

Pro longwear lipcream: questi rossetti “a lunga durata” sono una linea caratterizzata da una texture lucida al momento dell’applicazione, che diventa opaca dopo qualche minuto. Per ottenere la massima resa da questa tipologia di prodotto è necessario utilizzare una matita pro longwear per il contorno labbra,  oppure è preferibile non applicarla affatto, in quanto una semplice matita cremosa potrebbe andare ad intaccare la durata del rossetto. Una volta premesso ciò, la mia personale opinione è che i rossetti matte non hanno nulla da invidiare ai pro longwear per tenuta e coprenza… Non so decidermi se sono quest’ultimi a non essere al 100% all’altezza del nome o se sono i matte a essere straordinariamente resistenti… Ma in fin dei conti, sono tutti stupendi… Quindi gamma di colori più ampia!!!!yeeah!!

Bene ragazze, per il momento questo è tutto… Se volete qualche info in particolare su qualche colore non esitate a scrivermi!!!

Stay rock!!

50’s – Super Feminine

image

Ciao ragazze,
Oggi finalmente giorno di riposo dopo settimane di lavoro. Purtroppo, la prima voce della mia tabella di marcia recitava: pulizie 😦
Dopo aver fatto Cenerentola per qualche ora, avevo proprio bisogno di ritrovare un po’ di femminilità. In questi casi non c’è niente di meglio che un bel make-up anni ’50: un look elegante e sensuale adatto ad una diva del cinema  (anche se con indosso i guanti di gomma).

image

Il make-up anni ’50 ha delle caratteristiche ben precise:
Sopracciglia: la forma ad ali di gabbiano era la più in voga. Ben delineate e riempite per creare una degna cornice a degli occhi super sexy.
Occhi: texture degli ombretti rigorosamente opaca con una palpebra mobile chiara (panna, rosa cipria) e sfumatura sull’osso orbicolare di un colore più scuro nelle nuances del marrone. Una matita chiara all’interno della rima ciliare per aprire lo sguardo e relativa sfumatura con ombretto scuro sotto la rima inferiore. Il vero must di questo look è l’eyeliner: una linea non troppo sottile che termini con una “codina” verso l’alto.
Viso: la pelle deve risultare come fosse di porcellana quindi sono indispensabili un fondotinta poco oleoso ma ben coprente e una cipria opacizzante (preferibilmente trasparente). Blush rosa o rosso: attenzione al dosaggio.. Gli occhi e le labbra la fanno da padrone, quindi resta ben poco spazio per questo simpatico amico.
Labbra: rosse rosse rosse rosse!! So che alcuni elencano anche alcune tonalità di rosa, ma a mio avviso il rossetto rosso è più elegante, serio e chic… Mentre il rosa è un po’ più divertente, fresco ed easy!

image

Spero che questo breve sguardo sul look anni ’50 vi sia piaciuto e come sempre

Stay Rock(abilly) 🙂